Messico: il Governo ha dichiarato che negli ultimi giorni ci sono stati almeno 3.174 omicidi legati al narcotraffico

CITTÀ DEL MESSICO, 3 AGO – Negli ultimi 18 giorni sono stati almeno 3.174 gli omicidi legati al narcotraffico in Messico. Lo ha reso noto oggi Guillermo Valdes, direttore del Centro di indagini e sicurezza nazionale (Cisen). In un intervento pronunciato alla presenza del presidente Felipe Calderon, il responsabile dell’intelligence messicana ha anche evidenziato che la guerra contro le bande dei narcos – che ha preso il via nel dicembre del 2008, quando il capo dello Stato ha mobilitato oltre 100.000 uomini, tra soldati e membri di altre forze di sicurezza – «è costata finora poco più di 28.000 morti». «Dobbiamo accettare il fatto che la violenza sta aumentando», ha anche ammesso Valdes, sottolineando inoltre che «gli arresti e le uccisioni hanno influito nell’insorgere di nuove bande e dei regolamenti dei conti tra di loro». L’ultima autorità ad indicare il totale dei morti da narcotraffico è stato il procuratore generale, Arturo Chavez che, il 16 luglio scorso, aveva parlato di 24.826 vittime. 

Ansa