APPLE / Violazione di brevetto, condannata l’azienda di Steve Jobs

    APPLE – La Apple dovrà pagare oltre 600 milioni di dollari di risarcimento alla Mirror Worlds, piccola azienda texana, per violazione di brevetto: a stabilirlo è stato un giudice del Texas, che ha intimato al gigante informatico di Cupertino di pagare oltre 208 milioni di dollari per ogni brevetto infranto, utilizzato su iPhone, iPod, iPad e Mac OS X. La causa, depositata due anni fa, riguarda in particolar modo l’applicazione CoverFlow, che – secondo i legali della Mirror Worlds – è uno spudorato clone di un proprio prodotto.

    La Apple ha già sporto ricorso in appello, chiedendo alla corte che l’ammonto dei danni venga ricalcolato alla luce di una possibile condotta scorretta del collegio legale della Mirror Worlds, che – stando a quanto sostenuto dagli avvocati ingaggiati dalla Apple – avrebbe influenzato la giuria facendo credere che il software copiato (sempre lo stesso, secondo il team legale di Steve Jobs, anche se in uso su dispositivi diversi) sia differente: nel caso in cui il ricorso dovesse venire accolto, il risarcimento si abbasserebbe da oltre 600 a poco più di 200 milioni di dollari.

    Fonte: Rockol.it