FUTURO E LIBERTÀ / Fini, incontro parlamentari Camera, Senato ed Europarlamento: Non possiamo restare in mezzo al guado. Basta personalismi e gelosie, non rifarò errori di An

FUTURO E LIBERTÀ – Il presidente della Camera riunisce il comitato promotore di Futuro e libertà.  Nella sede della fondazione FareFuturo, a pochi passi da Montecitorio, Gianfranco Fini dà il via all’incontro con i gruppi parlamentari di Camera, Senato ed Europarlamento di Futuro e libertà che concorreranno alla fondazione del nuovo soggetto politico. E subito il presidente della Camera sfida Silvio Berlusconi sul suo campo: “Noi- dice parlando al comitato promotore di Fli secondo quanto riferito da alcuni partecipanti- ci accingiamo a fare non un’Alleanza nazionale in piccolo, ma un Pdl in grande”.
Insomma, Futuro e libertà’ accelera: “Dopo tutto quello che è successo in questi mesi, non avviare questo percorso vorrebbe dire rimanere in mezzo al guado”.
Parlando al comitato promotore di Fli, guarda avanti e promette: “Dobbiamo lavorare bene sul percorso e sulle modalità: non voglio ricommettere gli errori che ho fatto in passato. Se la logica fosse quella di colonnelli e soldati- sottolinea- rischieremmo di replicare gli errori che c’erano in An”.
Fini assicura che sul “territorio c’è’ molta curiosità e molta gente che vuole aderire. Questo è un aspetto non contestabile: dobbiamo far nascere” il nuovo partito.
“D’ora in avanti non accetterò gelosie né personalismi, falchi o colombe: d’ora in poi si parla solo di politica”.
Dunque, Fini serra i ranghi: “La barca è  di tutti e tutti dobbiamo remare nella stessa direzione”.

Fonte: Dire