GIORNALISMO / Roma, parte il master per quello investigativo

GIORNALISMO – Cos’e’ il giornalismo investigativo e quali tecniche, strumenti intellettuali e documentari prevede? Il Master in giornalismo investigativo e analisi delle fonti documentarie (giunto alla sua seconda edizione), promosso dall’Associazione di Giornalismo Investigativo con il patrocinio dell’Ordine dei giornalisti del Lazio e di Reporters sans frontieres, la casa editrice Chiarelettere e Misteri d’Italia, e’ nato con l’ambizione di dare una risposta alla suddetta domanda e di contribuire allo sviluppo di un modello di giornalismo orientato all’analisi, accurata e documentata, delle dinamiche sociali e politiche. Il corso, diretto da Paolo Cucchiarelli, e’ diviso in cinque moduli: insegnamenti propedeutici, analisi investigativa, analisi delle fonti documentarie; giornalismo scritto e on-line, giornalismo televisivo e tecniche di scrittura. Tra i docenti del Master vi sono alcuni tra i nomi di spicco del giornalismo d’inchiesta, della ricerca storica e archivistica, del mondo delle professioni giuridiche e delle professionalita’ criminologiche e investigative, come Giampaolo Cadalanu del quotidiano la Repubblica, Guido Salvini, magistrato e autore dell’inchiesta su Piazza Fontana, Vincenzo Spagnolo, esperto di ‘Ndrangheta per Sat 2000, Giancarlo de Cataldo, Magistrato e autore del libro Romanzo criminale, Mauro Falesiedi, dell’Europol, Sandro Provvisionato, autore di Terra, Giovanna Boursier giornalista di Report, Marco Travaglio, e molti altri. L’offerta formativa si completa con un percorso di stage e/o project work da svolgersi nelle testate giornalistiche nazionali, regionali e locali.

Ansa