JUVENTUS / Dzeko, a giugno il bosniaco potrebbe sbarcare a Torino

JUVENTUS DZEKO – TORINO, 5 ottobre – La Juve prenderà un grande bomber. Anzi, se­condo quanto si dice in Ger­mania e parzialmente anche in Italia, il grande attaccante da venti gol sarebbe già sotto con­trollo: si tratta di Edin Dzeko, 24 anni bosniaco in forza al Wol­fsburg, grande protagonista in Bundesliga. Ma­rotta lo ha detto proprio ieri: se non fosse passa­ta la nuova rego­la sugli extraco­munitari, la Juventus l’avreb­be preso a luglio assieme a Krasic. Invece lo ha dovuto mollare. Ma solo per il mo­mento, perchè Dzeko sarebbe già stato “bloccato” e blindato da Andrea Agnelli.

TRE FATTI – Recentemente si so­no verificati tre eventi: 1) la Juve ha ceduto Diego al Wol­fsburg per una ventina di mi­lioni, ma sembra che il club te­desco ne abbia pagati soltanto dieci; 2) la società vicina alla Volfswagen è adesso interes­sata al cartellino di un altro giocatore della Juventus: Mo­mo Sissoko, che non fa impaz­zire di gioia Del Neri. Il Wol­fsburg ha offerto per il centro­campista maliano circa nove milioni di euro e sarebbe pron­to a chiudere a gennaio anche questa operazione. Unico osta­colo: la Juve deve trovare un altro centrocampista centrale da affiancare a Felipe Melo, Aquilani e Marchisio; 3) se­condo alcuni organi di stampa tedeschi e non solo, il Wol­fsburg ha messo gli occhi sul­l’attaccante argentino del Ca­tania, Maxi Lopez. Che se ne fa di Lopez una squadra che ha in organico Dze­ko?

RETROSCENA – I tre fatti di cui sopra, secondo indi­screzioni raccol­te negli ambienti di mercato vicini alla Juventus e al club tedesco, sarebbero uniti da un solo filo logico e di­mostrerebbero solo una cosa: che la Juventus ha già preso Dzeko e che lo trasferirà in Italia alla fine del campionato. Costo dell’operazione circa trenta milioni di euro, ma alla fine della giostra la società to­rinese ne tirerebbe fuori sol­tanto dieci il prossimo mese di luglio perchè dieci milioni è il debito che il Wolfsburg ha con la Juve per l’affare Diego e al­tri dieci circa potrebbero esse­re scalati dal trasferimento di Sissoko in Germania. Gli ulti­mi dieci cash la società bian­conera li pagherebbe a luglio come saldo della complessa operazione.

Fonte: Corrieredellospor.it