LIL WAYNE / IPod in cella, il rapper in carcere verrà punito con l’isolamento

Lil' Wayne
LIL WAYNE – A Lil’ Wayne verrà inflitto un mese di isolamento per essere stato trovato in possesso di un dispositivo di riproduzione di mp3 non autorizzato mentre si trovava nella sua cella del carcere di Rikers Island, New York: il rapper passerà quindi il resto della propria pena in una cella singola, nella quale verrà tenuto rinchiuso per 23 ore al giorno, eccezion fatta per le visite occasionali e per le docce. All’artista non verrà consentito l’uso della Tv, l’utilizzo del telefono (se non per colloqui con i propri avvocati) e la socializzazione con gli altri detenuti.

Il rapperera stato condannato, all’inizio dell’anno, per possesso d’arma da fuoco, dopo che nel luglio 2007 la polizia lo aveva arrestato per aver trovato, nell’autobus usato per un tour nascosta dentro una valigia Louis Vuitton, una pistola semi-automatica calibro 40 con tanto di colpo in canna.

A Wayne è stata comunque concessa una riduzione della pena di otto mesi per buona condotta. L’artista è riuscito a procurarsi il lettore mp3 e un paio di cuffie con la complicità di una guardia carceria e di un detenuto: nei confronti dei due, trovati colpevoli del reato di contrabbando, sono state applicate sanzioni disciplinari, senza però l’emissione di una condanna formale da parte di una corte. Benché i difensori del rapper non abbiamo ancora ufficialmente preso posizione, è probabile che il provvedimento nei confronti del proprio assistito possa venire formalmente contestato: alla luce di quanto emerso fino ad oggi, infatti, la posizione di Wayne nell’ambito della vicenda potrebbe essere riconsiderata e la pena sospesa.

Fonte: Rockol.it