OBESITA’ / Adi, un italiano su dieci è obeso e uno su tre è in sovrappeso

OBESITA’ – Sulla bilancia gli italiani non sorridono: uno su dieci e’ obeso e uno su tre in sovrappeso. E in 10 anni c’e’ stato un vero e proprio sorpasso: gli uomini sono lievitati, mentre il peso delle compagne e’ rimasto stabile. Cosi’ oggi – escludendo bimbi e giovani – tra i 35 e i 74 anni le obese sono ancora il 24% del totale, mentre gli obesi sono schizzati dal 19% del 2000 al 25% del 2010. Questo il quadro emerso a Roma dal Rapporto stilato dall’Associazione italiana di dietetica e nutrizione clinica (Adi), presentato alla vigilia dell’Obesity Day, la manifestazione che il 10 e 11 ottobre aprira’ le porte delle Unita’ operative di dietetica e nutrizione clinica e delle Unita’ di nitrizione ospedaliere e territoriali di tutta Italia.

Gli esperti saranno a disposizione per consigli e informazioni gratuite. Lo slogan della decima edizione e’ ‘Prendiamoci cura di te’. “Si tratta di un’occasione da non perdere per chi da anni e’ in guerra con la bilancia”, sottolinea Giuseppe Fatati, presidente dell’Adi. Guardando alla Penisola, il rapporto sottolinea qualche miglioramento nel decennio, soprattutto al Nord (Friuli, Trentino, Liguria, stazionarie Puglia e Veneto). Quella che peggiora e’ la fascia infantile, con un’escalation dell’eccesso ponderale quasi inarrestabile. In dieci anni, poi, il panorama dei comportamenti si e’ arricchito di contraddizioni. Cresce la cultura della linea nei due sessi, anche se prevalgono ancora le motivazioni estetiche, ma non si abbandonano antiche abitudini a tavola, specie fra gli anziani. Si aspira a scendere di una taglia, ma si continua a preferire la poltrona alla passeggiata nel tempo libero. Si e’ compresa l’importanza della dieta, ma ci si affida a fai da te, a Internet e a improvvisati esperti.

Adnkronos