ROGER WATERS / The Wall, il musicista respinge le accuse di antisemitismo al suo spettacolo dal vivo (guarda video incriminato)

Roger Waters

ROGER WATERS – L’ex leader dei Pink Floyd ha ribattuto alle accuse di antisemitismo appena mossegli. La Anti-Defamation League, associazione che si occupa a livello mondiale di individuare e denunciare episodi di intolleranza e discriminazione nei confronti dei cittadini di religione ebraica, infatti, ha accusato di antisemitismo lo show di Waters per il trentesimo anniversario di “The wall”: in particolare, il gruppo di pressione fondato negli Stati Uniti nel 1913 da B’nai B’rith ha rilevato nello spettacolo la presenza di numerosi luoghi comuni relativi al rapporto tra ebrei e denaro.

Il passaggio incriminato riguarderebbe le retroproiezioni che fanno da scenografia all’esecuzione di “Goodbye blue sky”: sugli schermi appaiono infatti aerei che sganciano bombe a forma di Stella di David, che -prima di arrivare al suolo- mutano la propria forma in quella del dollaro. Waters ora ribatte che Abraham Foxman, presidente di Anti-Defamation League, dovrebbe venire a vedere lo spettacolo prima di formulare un giudizio e di commentare pubblicamente. “Contrariamente a quanto asserito dal signor Foxman”, ha detto Roger, “non ci sono significati nascosti nell’ordine di sovrapposizione di questi simboli. Quello che cerco di dimostrare nella canzone è che il bombardamento, al quale noi tutti siamo sottoposti, di religioni in conflitto tra loro, ideologie politiche ed economiche non fa altro che incoraggiarci a rivoltarci gli uni contro gli altri. E io piango la perdita di vite umane”.

“The wall” verrà replicato al Mediolanum Forum di Assago (MI) nei giorni 1°, 2, 4 e 5 aprile 2011.

Fonte: Rockol.it

“Goodbye Blue Sky” – Roger Waters dal vivo