SHANGHAI 2010 / Imprenditoria Emilia Romagna, all’Università di Tongji Bologna dà appuntamento con i fumetti, il cinema e la moda

SHANGHAI 2010 – Cinema, documentario, fumetto e animazione, ma anche moda e gastronomia. Sono le eccellenze del ‘Made in Italy’ che Bologna porterà questo mese alla Tongji University di Shanghai, in occasione della presenza del capoluogo emiliano all’expo cinese 2010. Una missione culturale e allo stesso tempo imprenditoriale capitanata da Regione Emilia Romagna, Fondazione Carisbo e PromoBologna, che vedra’ in Cina, dal 7 al 15 ottobre, un’intera settimana dedicata al mondo dell’audiovisivo.
A illustrare idee, progetti, manifestazioni e tecnologie, tra l’expo, il campus universitario e gli Istituti italiani di cultura di Shanghai e Pechino, saranno i protagonisti del settore sotto le Due Torri, tra cui gli organizzatori dei festival Bilbolbul (fumetto), Biografilm Festival, Future Film Festival e i Documentaristi emiliano-romagnoli messi in rete dalla Regione.
La spedizione, presentata oggi nella sede della Fondazione Carisbo dal presidente Fabio Roversi Monaco e dal numero uno di PromoBologna Roberto Grandi, prevede proiezioni, incontri di bussiness, conferenze e workshop, organizzati in collaborazione con l’università Tongji che dal 1999 ha aperto un nuovo diparimentimento ipertecnologico dedicato ai mass-media.
“Sono stato nel nuovo dipartimento – ha raccontato Grandi – e hanno laboratori e strumenti più avanzati di quelli americano, ma non hanno altrettanto alti livelli di ideazione. E’ la nostra creatività che vogliamo portare in Cina, nell’intento di poter fare delle cose insieme”. Non a caso alla missione cinese collaborano anche il Dms e l’Accademia di Belle Arti di Bologna. 
Intanto, sono già oltre 383 mila le persone che dai totem allestiti nello stand di Bologna a Shanghai 2010 hanno scaricato info sulla città e sul suo tessuto produttivo. Oltre 120 mila di queste download sono stati scaricati dai totem del settore ‘Cultura, università e ricerca’.
“Quando l’expo finirà – ha concluso Grandi – dovremo pensare a come sfruttare qui tutto ciò che abbiamo fatto in Cina”. Ma ottobre sarà anche il mese della moda emiliano-romagnola in Cina, con un’iniziativa dedicata ai giovani stilisti nostrani, condita dalle degustazioni delle 8 aziende modenesi che dal 18 al 24 ottobre, guidate dalla Cna, faranno assaggiare ai possibili clienti asiatici le migliori specialità emiliane.
L’obiettivo è comune: scambiare esperienze e instaurare nuove collaborazioni nel campo della cultura, del turismo e dell’imprenditoria.

Fonte: Adnkronos