X FACTOR 4 / Mara Maionchi, la giudice dichiara: “Sono matta come Nevruz”

La giudice di X Factor 4 Mara Maionchi

X FACTOR 4 – Via la Ventura, via Morgan, non confermata Claudia Mori. L’unica che resiste è lei, la mitica Mara Maionchi, l’Highlander di X-Factor.

Edizione dopo edizione, è l’unica giudice che è rimasta
Sono abbastanza vecchia per resistere. Ma i miei ex colleghi li penso sempre, anche la Claudia Mori. È andata così, sono rimasta l’unica della prima serie. Simona fa la tv da anni in maniera seria. Morgan è un uomo giovane e capace, brillante, che avrà sicuramente mille altre possibilità. La Claudia anche lei. Certo, sento la loro mancanza, ma li penso sempre con grande piacere, questo sì..

Coi nuovi colleghi come si trova?
Bene, perché Enrico lo conosco da tantissimo, Elio anche lo conosco da tanto tempo. La più giovane è la Tatangelo, Lady Tata, che conosco solo da qualche anno. Ma mi trovo bene.

Facchinetti ha detto della Tatangelo: «Ci farà vedere i sorci verdi»…
Con Anna ci sono sono argomenti su cui non condividiamo lo stesso parere, certo, ma l’ho trovata in generale una ragazza opportuna. L’ho vista scontrarsi con la signora Milly D’Abbraccio, che diceva cose non piacevole nei suoi confronti. Ha avuto un atteggiamento freddo e ha saputo prendere le distanze. Ci farà vedere i sorci verdi perché è una ragazza molto attenta. Ma noi ci difenderemo!

Una definizione per tutti e tre
Enrico è un ottimo autore e un uomo che sa dire delle battute formidabili. Elio è geniale, non sai mai da che parte andrà. Lady Tata sarà una sorpresa.

Rimpianti per qualche scartato?
Uno certamente, ma forse anche di più. Ma spero che le mie scelte finali siano state le migliori.

Felice di essersi “liberata” dei gruppi?
(Ride). Ma no, devo dire che mi diverto abbastanza con ciascun artista. Il piacere di conoscere, di potere aiutare, di rendere interessante, di capire se c’è talento, mi interessa con tutte le persone, che siano gruppi o cantanti singoli. Questo mio desiderio di conoscenza con le persone con le quali devo lavorare mi piace sempre molto.

Difficoltà trovate finora?
Per il momento non ho incontrato ostacoli, ma andando avanti non escludo che ci possano essere: dietro l’angolo non si sa mai cosa c’è. Però ho una bella squadra, con Roxy (Rossana Casale, ndr) e con Emiliano mi trovo molto bene, lavoriamo insieme e ci scambiamo le idee.

Non è un po’ troppo giovane il Ruggero?
Ha 17 anni compiuti da poco. Mi piaceva, non mi interessano gli anni. Se li avessero chiesti a me, mi avrebbero dovuto far fare le trasmissioni sulle case di riposo. Meno male che non me li hanno domandati! So che una piccola maturità aiuta di più, ma la vita è piena di rischi.

Cosa ne pensa delle trasmissioni canore che fanno gareggiare i bambini?
Sono andata dalla Clerici e ho trovato che questi bambini siano veramente forti. Bisogna solo stare attenti a farli crescere con tranquillità e al non caricarli di responsabilità che non appartengono alla loro età. Se cantano e si divertono facciamolo cantare. L’importante è che tutto sia leggero perché c’è un senso del divertimento a quell’età, non certo della professione.

Cos’è che le piace dei suoi ragazzi?
Ruggero è vivace e estroverso. Davide è un po’ più introverso, ma dentro chissà cosa c’è, cosa si nasconde… Lo scopriremo. Anche Stefano, che ha questa sua difficoltà nel parlare, quando canta trova la sua libertà, e questo mi piace molto.

Se potesse rubare qualcuno agli altri giudici?
Ruberei Nevruz perché mi diverte, è pazzo. Amo i pazzi. Del resto anche io non scherzo.

Fonte: libero.it