INCIDENTI SUL LAVORO / Operaio ustionato a Palermo, lavorava ad una rete elettrica manomessa da un allaccio abusivo

PALERMO – Incidente sul lavoro a Palermo. Un operaio di una ditta di costruzione, G.D., 46 anni, è rimasto ustionato al volto mentre eseguiva dei lavori elettrici sulla rete principale di uno stabile in via Cavour. Secondo quanto accertato dai carabinieri, che indagano sulla vicenda, l’uomo è stato raggiunto da una fiammata sprigionatasi da un collegamento elettrico risultato abusivo, che ha provocato il sovraccarico di tensione. L’operaio è stato trasportato presso il reparto di chirurgia plastica dell’ospedale Civico, dove si trova ricoverato in osservazione, ma non in pericolo di vita. Ha riportato lievi escoriazioni al volto e un forte spavento.

Sul posto sono intervenuti tempestivamente i carabinieri della stazione Palermo-Pretoria insieme a personale specializzato dell’Enel, che hanno accertato la presenza dell’allaccio abusivo proveniente da un appartamento al settimo piano di uno stabile della centralissima via Cavour, di proprietà di una pensionata, che vive da sola in casa e che è stata denunciata per furto aggravato. La donna, infatti, aveva realizzato un collegamento al proprio appartamento, che attivava e disattivava con un interruttore collegato ad un filo da 6 millimetri unipolare. L’intero appartamento è risultato regolarmente allacciato al contatore, mentre l’allaccio abusivo alimentava quattro pompe di calore presenti nell’appartamento. L’operaio, che svolgeva lavori di manutenzione in sub-appalto per conto dell’Enel, al momento delle operazioni, indossava guanti, casco e visiera di protezione, interamente anneriti dalla fiammata. Stamani i medici dovrebbero sciogliere la prognosi sull’operaio.

Fonte: Adnkronos