AFGHANISTAN / Rapporto Senato Washington, guardie di sicurezza basi Usa collegate ai talebani

AFGHANISTAN – Guardie di sicurezza afghane legate ai talebani, a gruppi criminali o all’intelligence iraniana sono state assunte per sorvegliare basi americane nel paese asiatico. E’ quanto denuncia un rapporto del Senato di Washington, citato dai media statunitensi, secondo il quale il Pentagono non esercita nessun controllo sulle guardie afghane. Gli accordi per la sicurezza delle basi vengono stretti dai comandanti americani sul posto con compagnie occidentali di contractors, le quali a loro volta si rivolgono ai signori della guerra afghani.
Di conseguenza i comandanti americani non hanno nessuna informazione indipendente sulle guardie afghane.
In una grande base dell’Afghanistan occidentale, il personale americano ignora addirittura i nomi dei leader afghani che forniscono guardie e per indicarli usano i soprannomi scelti dai contractors: Mr White e Mr. Pink, i nomi dei gangster del film “Le Iene” di Quentin Tarantino.
Dopo si è scoperto che Mr. Pink era un noto esponente talebano. In un’altra occasione, gli americani hanno bombardato una casa dopo aver saputo che vi sarebbe stato un incontro far talebani. Successivamente si è scoperto che la casa era di un signore della guerra che forniva guardie agli americani, il quale stava incontrando il nipote, noto esponente talebano.

Fonte: Adnkronos