FORD FOCUS / Novità auto, tecnologie per una maggiore sicurezza: sul mercato dal 2011

    FORD FOCUS – La produzione europea della nuova gamma Focus inizierà a Saarlouis, in Germania, a fine 2010 in previsione del lancio commerciale che avverrà a inizio 2011. Il modello attuale della Focus continuerà però ad essere prodotto a Valencia, in Spagna, fino a metà 2011 per soddisfare la domanda di mercato. La produzione nordamericana del nuovo modello è prevista in Michigan (Stati Uniti) e inizierà contestualmente a fine 2010. Seguirà l’avvio della produzione in Asia, Africa e Sud America. La Focus rappresenta indubbiamente la vettura Ford più significativa a livello globale, con oltre 10 milioni di unità vendute dal lancio del modello originale, nel 1998. I nuovi modelli sono stati sviluppata in Europa per essere commercializzati in oltre 120 mercati con l’80% dei componenti in comune. La piattaforma utilizzata sarà utilizzata, secondo la Ford, per almeno 10 modelli su scala globale, con una produzione annua pari a due milioni di unità entro il 2012.

    IMPRONTA SPORTIVA – La gamma Focus prevede tre modelli: 5 porte, 4 porte e station wagon. La 3 porte non c’è in questa nuova generazione (è presente per l’attuale). La Focus ha una linea decisamente sportiva: il profilo basso e affusolato, con il parabrezza anteriore fortemente inclinato, esaltano, secondo i progettisti, la forma decisamente aerodinamica, che contribuisce anche a ridurre i consumi di carburante. Secondo la Ford i valori di resistenza aerodinamica sono stati sensibilmente ridimensionati grazie al profilo slanciato della vettura, ai dettagli ottimizzati in funzione delle prestazioni aerodinamiche e alla presenza del pannello di chiusura attiva della griglia che regola il flusso d’aria nel sistema di raffreddamento. Il modello europeo a 4 porte ha un coefficiente di resistenza (Cx) di 0,27, contro lo 0,30 della precedente versione.

    INTERNI FUNZIONALI – La dinamicità degli esterni viene rafforzata dal design degli interni. L’abitacolo ricorda vagamente una cabina di pilotaggio, con la console centrale molto voluminosa. L’innovazione più significativa è la tecnologia Ford driver connect “MyFord”, che mette a disposizione del conducente una combinazione di comandi e schermate di visualizzazione per il controllo delle funzioni principali della vettura attraverso lo schermo a sfioramento da 8 pollici, che consente al conducente di controllare un’ampia gamma di funzioni tramite un display a colori.

    TECNOLOGIE MIRATE ALLA SICUREZZA – Sulla nuova Focus debutta il sistema di sicurezza a bassa velocità, una tecnologia che la Ford introduce per la prima volta. Il sistema è progettato per aiutare il conducente ad evitare gli impatti frontali a bassa velocità, che sono molto comuni in condizioni di traffico intenso su strade urbane, e si attiva quando la velocità è inferiore ai 30 km/h. Grazie a un sensore ottico a lungo raggio, questo sistema rileva gli oggetti posti davanti alla vettura calcolando continuamente (50 volte al secondo) la forza frenante necessaria a evitare l’impatto. Se il rischio di collisione viene considerato imminente senza che il conducente reagisca, il sistema riduce in automatico le accelerazioni esercitando una pressione sui freni. La gamma completa di tecnologie per l’ausilio alla guida disponibili sulla nuova Focus include anche, il sistema attivo per le manovre di parcheggio, il sistema di ausilio al mantenimento della corsia (Lane Keeping Aid) e segnalazione di cambio corsia (Lane Departure Warning), la regolazione automatica degli abbaglianti (Auto High Beam), il sistema di riconoscimento dei segnali stradali, il sistema di allerta del conducente (Driver Alert), il controllo della velocità (Adaptive Cruise Control) con allarme preventivo (Forward Alert) e sistema di attenuazione degli impatti mediante attivazione dei freni, il sistema rilevamento ostacoli negli angoli ciechi (Blind Spot Information System), la telecamera posteriore.

    AMPIA GAMMA DI MOTORI – La gamma di motori benzina propone la nuova unità motrice Ford EcoBoost da 1,6 litri, disponibile nelle versioni da 150 e 180 CV. Appartenente ad una nuova generazione di motori Ford a benzina di cilindrata ridotta, che vantano emissioni minime di CO2, ha una struttura leggera interamente in alluminio che coniuga tre tecnologie: un sistema a iniezione diretta ad alta pressione in posizione centrale, un turbocompressore a bassa inerzia e doppi alberi a camme indipendenti a fasatura variabile (Ti-VCT). Entrambe le varianti da 150 e 180 CV vantano una coppia massima di 240 Nm da 1.600 a 5.000 giri/min e che può salire a 270 Nm in caso di forte accelerazione in modalità “sovrapressione temporanea”. Sulla Focus a 5 porte, il motore Ford EcoBoost da 180 CV permette una velocità massima di 222 km/h con un’accelerazione da 0 a 100 km/h pari a 7,9 secondi, riuscendo a conseguire un consumo che, secondo la Ford, si attesta sui 16,6 km/litro a livello di ciclo combinato, con emissioni di CO2, pari a 139 g/km. La gamma motori a benzina della Focus include anche il collaudato Ford Duratec Ti-VCT da 1,6 litri, nelle versioni da 105 CV e da 125 CV, sui quali si è lavorato per ottenere una riduzione degli attriti interni. In quanto al diesel Duratorq TDCi da 1,6 litri è stato completamente rinnovato con modifiche al sistema di combustione, a quello di iniezione del carburante e al turbocompressore. I clienti Focus possono scegliere fra due potenze: 95 CV e 115 CV. Il motore da 115 CV garantisce una “sovrapressione temporanea” che aumenta la coppia massima da 270 Nm a 285 Nm in forte accelerazione. Il consumo medio dichiarato dalla casa è di 23,8 km/litro, con emissioni di CO2 per 109 g/km. Anche il diesel Duratorq TDCi da 2,0 litri è stato rivisto per conferire potenza e coppia maggiori. In abbinamento con la trasmissione manuale a sei rapporti, l’unità TDCi da 2,0 litri è disponibile con 140 e 163 CV. La trasmissione automatica Ford PowerShift a doppia frizione e sei rapporti.

    START&STOP ED ECOBOOST – La Focus è la prima vettura Ford con il sistema Auto Start-Stop di serie su buona parte delle versioni: c’è su quelle con motore benzina EcoBoost da 1,6 litri o con l’unità diesel TDCi da 1,6 litri (vale a dire circa la metà del volume di vendite europeo). Secondo la casa, permette di ridurre i consumi e le emissioni fino al 10% durante la guida in città. Nel corso del 2011 è previsto il lancio di una versione ECOnetic della Focus con emissioni ancora più ridotte di CO2.

    Fonte: Alvolante.it