JOHN LENNON / Anniversario, il cantante avrebbe compiuto domani 70 anni

Il grande John Lennon

JOHN LENNON – Il 9 ottobre John Lennon avrebbe compiuto 70 anni. L’8 dicembre sarà il trentennale del suo omicidio, mentre al suo assassino, Mark Chapman, proprio qualche giorno fa è stata negata la libertà provvisoria. Queste tristi ricorrenze non fanno che confermare il vuoto lasciato da John Lennon e dai Beatles. Per ricordare il suo mito e la sua arte, al via una settimana di eventi tra mostre, libri, film, concerti e poesie.

Dal 1962 al 1970, John Lennon è stato il leader indiscusso dei Beatles. Con Paul McCartney, infatti, ha formato una delle più importanti partnership musicali della storia della musica. Diventando il cantautore di maggior successo nella storia delle classifiche inglesi. Terminata l’esperienza con i Beatles, Lennon intraprese anche la carriera da solista ma anche di autore di disegni e poesie, nonché attivista politico e paladino del pacifismo.

Questo gli causò non pochi problemi con l’Fbi, che per lungo tempo spiò tutte le sue attività e quelle della moglie Yoko Ono, considerandolo un sovversivo e rifiutandogli più volte la cittadinanza americana. Fu assassinato a colpi di rivoltella da un suo stesso fan, Mark David Chapman, la sera dell’8 dicembre 1980 a New York. Lennon si sposò due volte: dal primo matrimonio con Cynthia Powell ebbe il figlio Julian, mentre dal secondo matrimonio con l’artista giapponese Yoko Ono, nacque il figlio Sean. Entrambi i figli hanno seguito la carriera artistica del padre.

La doppia ricorrenza di Lennon (i 30 anni della morte e il 70esimo compleanno) ovviamente non poteva non avere un’eco di iniziative. Non è certo una sorpresa che il centro delle celebrazioni sarà Liverpool dove sotto la sigla “Lennon Remembered” ci saranno concerti, esposizioni artistiche, film e poesie alla “Echo Arena”. Mentre al “Cavern Club”, il locale che ha ospitato il debutto dei Beatles, ci sarà anche un party di compleanno.

L’onda lunga delle celebrazioni è cominciata con una reunion familiare pochi giorni fa alla galleria del Morrison Hotel di New York dove per la presentazione di “Timeless”, mostra fotografica di Julian Lennon, oltre a sua mamma, Cinthya Powell Lennon, la prima moglie, sono arrivati Yoko Ono e Sean Lennon. Julian e Cynthia organizzeranno a Liverpool una mostra fotografica intitolata “White Feather: Spirit of Lennon”. A Los Angeles gli eventi si amalgameranno tra loro in modo naturale alternando interviste intime e inedite, mostre ed esposizioni di fotografie, testi scritti a mano, abiti, disegni e strumenti musicali appartenuti a Lennon, film e documentari storici e prime esclusive, tra cui quella di “American Masters: Lennon NYC” che la stessa Ono ha definito un film bellissimo e che offre un ritratto autentico di Jonh e della sua infanzia e dell’acclamato “Nowhere Boy” che narra la storia della sua infanzia turbolenta. In occasione di questo compleanno speciale, inoltre, si riuniranno anche i tre membri dei Quarrymen, prima band di Lennon.

I festeggiamenti più classici, quindi, forse proprio quelli che Lennon avrebbe voluto: cinema, musica e cultura. Arte per tutti, a 360 gradi.

Fonte: tgcom