MAROTTA / Juventus, “Buffon è il nostro portiere”

MAROTTA JUVENTUS –
Ecco l’intervista rilasciata da Beppe Marotta al quotidiano Tuttosport:
“MA QUALE MANCHESTER, BUFFON E’ DELLA JUVE” – Il dg bianconero ha affrontato i singoli casi, partendo da quello di Buffon, che nelle ultime ore è stato accostato al Manchester United: “Smentisco qualsiasi trattativa con lo United. Buffon è un giocatore della Juventus”.

“SISSOKO IMPORTANTE PER LA SQUADRA” – Marotta ha blindato anche Momo Sissoko, altro giocatore dato in partenza: “E’ un elemento importante nell’economia della nostra squadra”.

“RINNOVO CHIELLINI? SIAMO A UN OTTIMO PUNTO” – Conferme invece arrivano sul fronte del rinnovo di contratto di Giorgio Chiellini, che come anticipato nei giorni scorsi è vicino alla firma: “Siamo a un ottimo punto per Chiellini”, ha sottolineato Marotta.

“RINNOVO DEL PIERO? ALEX GRANDE PROFESSIONISTA, C’E’ TEMPO” – Un po’ più spinosa la situazione di Alessandro Del Piero: il suo contratto scadrà a fine stagione e per lui si sono fatte sotto le sempre più attive squadre della Major League statunitense. Per Marotta non c’è assolutamente fretta: “Posso dire che Alex è un grande professionista e che la Juventus ha davanti tutto il tempo necessario per fare, in serenità, le valutazioni del caso”.

“CONTENTI DI AQUILANI. RISCATTO? SIAMO ATTENTI…” – L’ex dg ha quindi esternato la propria soddisfazione per il rendimento di Aquilani, dribblando però la domanda su un suo possibile riscatto: “Siamo contenti del suo approccio a una nuova realtà – ha detto Marotta – E vorrei ricordare che si tratta di un prestito gratuito…riscatto? Noi siamo sicuramente attenti a tutte le opzioni che il mercato calcistico propone”.

“CASSANO? PATRIMONIO DELL’ITALIA, MA E’ DELLA SAMP” – Inevitabile anche la domanda su Antonio Cassano, che secondo ricorrenti indiscrezioni sarebbe sempre in procinto di approdare alla Juventus. Marotta, però, è evasivo: “Cassano rappresenta un grande patrimonio del calcio italiano, ma è della Sampdoria”.

“KRASIC CE LO TENIAMO STRETTO” – Poi il direttore generale della Juventus si è coccolato Milos Krasic, il suo grande colpo di mercato: “Sta andando oltre le pur ottimistiche aspettative. Milos impersona il calciatore che dimostra senso di appartenenza. Dimostra col suo comportamento di amare la società. Lo ha fatto fin dal primo momento, accettando di rivedere l’iniziale accordo per favorire intesa tra la Juve e il Cska. Rivalutato? Non so cosa valga oggi e francamente non è così importante. Perché Krasic è un patrimonio della Juve. E ce lo teniamo ben stretto”.

“DZEKO NON E’ TRAMONTATO” – In chiusura Marotta apre al possibile arrivo di Edin Dzeko, il bomber bosniaco del Wolfsburg inseguito vanamente a lungo nel corso dell’estate: “Non è un sogno tramontato, solo rimandato”, ha spiegato Marotta, senza celare il proprio ottismismo. Il rendimento del reparto offensivo comunque lo soddisfa: “Anche se il nostro attacco è vincente pure così”, la puntualizzazione del dg.

Matteo Fantozzi