SCARLETT JOHANSSON / Iron Man 2, l’attrice dichiara: “Che fatica fare l’eroina”

L'attrice Scarlett Johansson

SCARLETT JOHANSSON – Torna l’affascinante supereroe dall’armatura di ferro. E’ uscito infatti in dvd e blu-ray “Iron Man 2“, ricco di battaglie, effetti speciali e con un cast stellare (Robert Downey Jr, Scarlett Johansson, Gwyneth Paltrow). Tra le versioni anche quella speciale blu-ray combo a tre dischi con gli extra interattivi, a cominciare dal documentario sulla realizzazione del film. Scarlett Johansson racconta la sua esperienza sul set.

Il tuo ruolo in “Iron Man 2” è decisamente impegnativo dal punto di vista fisico. Hai dovuto fare delle speciali sessioni di training per prepararti a interpretare questo ruolo? 
Certo. Ho dovuto piegarmi a una dieta di sole proteine e tantissima verdura. L’ultima sequenza di lotta del film è stata davvero complessa. Mi sono dovuta preparare per ore e ore con mesi e mesi di duro allenamento. Le sessioni di training con gli stuntman sono state davvero toste. Mi sono esercitata con la boxe e con la corsa e ho anche dovuto tenere sotto stretto controllo il mio peso 

Così ora che hai completato il tuo allenamento saresti in grado di prendere a calci un “bad boy”? 
Sono abbastanza forte. Penso che potrei prendere a calci chiunque ( ride ). Le scene del film che avete visto sono coreografate, realizzate in modo da non ferire realmente nessuno. In realtà il segreto sta nell’essere fluidi, efficienti e sicuri, così anche se non sono una campionessa di Muay Thai, penso di essere bravissima a destreggiarmi in questo tipo di scene.  

Ti piaceva il costume che hai indossato durante le riprese ? 
Diciamo che lo rindosserei molto volentieri. È stato molto divertente. Era sorprendentemente comodo. E’ stato costruito per i movimenti. Non ho avuto lo stesso problema di Don Cheadle. Il suo costume pesava circa 180 kg 

Com’è stato lavorare con Robert Downey Junior? E’ stato snervante a causa della sua imprevedibilità? 
Quella era la parte migliore. Era tipo “Oh, tu la vedi in questo modo? Perfetto allora io faccio all’opposto”. Lavorare con Robert è grandioso: ha sempre una serie di idee per la testa, un po’ come il suo personaggio. 

E cosa ci dici dell’altra protagonista femminile del film, Gwyneth Paltrow? Ti vedi come lei fra 10 anni, con un paio di bambini e con ancora voglia di lavorare?
Non ho idea di come sarò fra 10 anni, sono una ragazza che vive molto nel presente. Certamente Gwyneth ha alle spalle una carriera incredibile, ed è un attrice davvero fantastica. E la una famiglia è davvero bellissima. Ha un rapporto sereno sia con i suoi due bambini che con il suo partner. Sono un modello da imitare, da seguire. Non so davvero come sarà fra 10 anni, ma sarei felice di fare ancora l‘attrice.

Ti sei tinta I capelli nel film. Ti preferisci in versione naturale o con quel colore? 
Mi è piaciuto molto cambiare colore. Mi piace cambiare in generale. Penso di aver provato tutti i colori possibili in questi ultimi anni

Vieni considerata come una delle donne più belle del mondo. Cosa si prova a sentirsi così? 
Onestamente non ci ho mai pensato. È un pensiero che proprio non mi sfiora. Se sono in una pubblicità posso guardare la foto e dire ” Hey accidenti sto proprio bene in quella foto”. Ma è davvero l’ultima cosa a cui penso.  

Essere belle può dimostrarsi a volte un handicap, per esempio se alcuni registi sono riluttanti a darti certe parti?
È una domanda difficile. Sono felice quando mi vengono dati ruoli da attore caratterista. Se il mio aspetto fisico rappresenta un handicap? No, non la penso necessariamente così. Sono stata fortunata a interpretare tanti ruoli diversi. Spero che i registi abbiano visto in me qualcosa che li abbia attratti, qualcosa che volevano esplorare. Non nego che ci siano stati provini che si sono risolti con un no. La motivazione? Sei troppo carina per questo ruolo. Ma non mi sono mai lamentata per questo.

Hai insicurezze relative al tuo aspetto fisico? 
Ma certo. Sono una donna. Ogni mattina mi alzo, mi guardo nello specchio e mi dico “Ok questa va bene, ma questa non va per niente bene”. Mi sento grassa e poi mi vedo troppo magra. Mi vedo sexy e poi per niente. Penso che gli uomini e le donne siano sempre attenti alla propria immagine , ma ecco…non è il pensiero più importante della mia giornata. Al lavoro è diverso: hai un’intera squadra che lavora per renderti bella. Tu ti fidi che loro facciano un buon lavoro. Credetemi. Non c’è niente di sexy in qualcuno che cerca di essere sexy. O sei sexy o non lo sei.

Fonte: tgcom