TARIFFE GAS / Arriva la stangata d’autunno, i consumatori rischiano 30 euro in più sulla bolletta

TARIFFE GAS – In arrivo una nuova stangata per le famiglie a causa di un aumento fino a 30 euro sulla bolletta del gas. Lo denunciano le associazioni dei consumatori (Adiconsum, Assoutenti, Cittadinanzattiva, Confconsumatori, Movimento Difesa del Cittadino, Federconsumatori e Adusbef), che puntano il dito contro la decisione di alcuni operatori, fra cui Eni, Enel, Gas Plus, A2A, di fare ricorso al Tar Lombardia contro l’intervento con il quale l’Autorità per l’energia che, a partire dal 1 ottobre, ha ridotto dello 0,1% il prezzo del metano invece di aumentarlo del 3,2% come vorrebbero le imprese. “Voler caricare sulle famiglie la difesa dei propri profitti, facendo aumentare le bollette in un momento di grande crisi – dicono i consumatori – è un attacco a cui ci opporremo in ogni modo – affermano le associazioni dei consumatori in un comunicato congiunto – Grazie alla modifica dell’Autorità, da ottobre le bollette del gas sono scese dello 0,1%, anziché aumentare del 3,2% con un importante risparmio di 30 euro l’anno per le famiglie. Invece, se i ricorsi fossero accolti, c’è il rischio concreto di forti aumenti proprio all’inizio della stagione più fredda”. Secondo le associazioni di categoria “chiedere di annullare questo provvedimento è una scelta ingiusta”. I consumatori annunciano che affiancheranno l’Authority in questa battaglia, sul piano legale, politico e commerciale.

Apcom