AFGHANISTAN / Nuovi attentati, altri morti tra civili e militari a est e sud del Paese

AFGHANISTAN -“Un ordigno artigianale piazzato da insorti ha ucciso nove civili afghani, tra cui donne e bambini. Il veicolo su cui viaggiavano è esploso nel distretto di Zurmat, nella provincia orientale di Paktia” , è scritto in un comunicato dell’Isaf, la forza internazionale di assistenza alla sicurezza sotto comando Nato. “Secondo le prime ricostruzioni, tre bambini e tre donne risultano tra le vittime”, aggiunge la nota dell’Isaf. La provincia di Paktia è una della aree dell’Afghanistan in cui l’influenza dei talebani è più forte.

Nell’Afghanistan meridionale, invece, sono morti oggi due soldati della Forza internazionale di assistenza alla sicurezza (Isaf, sotto controllo Nato). Lo ha reso noto la stessa Isaf a Kabul. In un breve comunicato si precisa solo che il decesso è legato all’esplosione di un rudimentale ordigno..

I militari stranieri morti in Afghanistan sono 576 dall’inizio del 2010 e 26 dall’1 ottobre.

Fonte: Agi e Ansa