MALTEMPO / Cagliari, invasi dall’acqua: prigionieri in casa

MALTEMPO – Il maltempo ha creato paura e rabbia questa mattina a Capoterra, vicino Cagliari. Al villaggio residenziale di Frutti d’Oro, nella zona costiera, si sono creati allagamenti nelle strade in prossimità del mare e in particolare in via delle Tortore. Il pericolo è arrivato anche dal mare, con l’acqua che è entrata nei cortili delle case delle prime file. ”Ogni volta che piove siamo come prigionieri nelle nostre case – denuncia Marco Zaccheddu, assessore comunale alle politiche sociali e residente a Frutti D’Oro – l’acqua non riesce a defluire verso il mare e si creano veri e propri laghi. Inoltre resta sempre in piedi l’emergenza mareggiate, le case delle prime file sentono la minaccia delle onde. A due anni dall’alluvione stiamo ancora aspettando l’avvio dei lavori per la messa in sicurezza”.

A Rio San Girolamo dove l’alluvione del 2008 ha fatto disastri e vittime, la gente oggi ha atteso con ansia il passare della perturbazione. ”Anche il minimo intervento per mitigare il rischio avrebbe l’effetto di rendere più serena la vita di tante persone – sottolinea il consigliere del Pd, Giacomo Mallus – martedì 12 ottobre durante il sit-in in piazza Palazzo per l’emergenza agricoltura e sicurezza dei territori vorremmo che il Prefetto capisse questa situazione. Stiamo pagando oggi il dissesto idrogeologico del territorio prodotto negli anni 70 e 80”.

Fonte. Ansa