MOTOMONDIALE / Malesia, Lorenzo è campione del mondo ma Rossi vince il Gp e gli ruba la scena

MOTOMONDIALE – L’incubo di Lorenzo è tornato: nel suo giorno più bello, quello della conquista del mondiale, Rossi ha fatto come al solito il fenomeno e si è preso la scena grazie a una spettacolare rimonta a colpi di sorpassi da cineteca. Non è solo la questione che Valentino ha vinto il Gp di Malesia proprio il giorno in cui Lorenzo festeggia il suo mondiale. E’ la maledizione di un pilota che fa di tutto per diventare protagonista ai suoi danni. E che fa sembrare il suo titolo mondiale un po’ meno meritato di quello che è in realtà. La storia dell’infortunio di Rossi insomma pesa (e pesa doppio quando Valentino vince…) sulla storia di questo titolo, che comunque Lorenzo ha meritato davvero. D’altra parte oggi c’era poco tempo per pensare al titolo mondiale di Lorenzo per gli spettatori vista la battaglia in pista. Prima fra Rossi e tutti i piloti da rimontare, poi fra Lorenzo e Dovizioso, quindi fra Dovizoso e Rossi. Non solo: anche Simoncelli e soci nelle retrovie hanno dato spettacolo, infiammando il pubblico. Alla fine Dovizioso è arrivato secondo, davanti a Lorenzo che solo sul fine gara ha mollato un po’ la pressione sulla coppia di testa visto che per essere incoronato campione del mondo della Motogp 2010 il terzo posto e i 313 punti in classifica bastavano e avanzavano. Per Lorenzo insomma arriva il suo terzo titolo iridato dopo quelli conquistati in 250 nel 2006 e nel 2007.
“Ho vinto la mia 46esima gara con la Yamaha – ha spiegato Rossi – e quando ho visto che ne avevo vinte solo 45, mi sono detto che mi dovevo dare da fare… Ma oggi è stato difficile, oggi è stata una gara mostruosa. Faccio i complimenti a Jorge, ma vincere nel giorno in cui Lorenzo ha vinto il titolo non è niente di speciale, io faccio la gara per me”. Sarà, ma noi non ci crediamo…

 Fonte: Repubblica.it