Governo, Berlusconi: “Il passo indietro deve farlo Fini. L’Udc dia appoggio esterno”

Il premier Silvio Berlusconi

BERLUSCONI: “FINI DEVE FARE UN PASSO INDIETRO” – ”Fare un passo indietro? Credo che a farlo dovrebbero essere altri, come il presidente della Camera che invece di essere super partes e’ stato di parte e ha fondato un partito sulla sua figura di leader”. Con queste parole, pronunciate nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Chigi, il premier Silvio Berlusconi risponde a Gianfranco Fini, che nei giorni scorsi lo aveva appunto invitato a “fare un passo indietro”. E, nonostante la situazione ormai disastrosa in cui versa il governo, il presidente del Consiglio non mostra segni di preoccupazione. ”Credo – dice riferendosi al voto di fiducia del 14 dicembre prossimo – che avremo la maggioranza sia alla Camera che al Senato, una buona maggioranza”. “Se non sarà possibile governare -prosegue poi con una punta di realismo- è chiaro che ci recheremo dal capo dello Stato, con la maggioranza delle due Camere, e chiederemo il ritorno dagli elettori”.
Il Cavaliere invita inoltre l’Udc ad appoggiare l’esecutivo dall’esterno. “Io credo che l’Udc abbia perso un’occasione -dichiara- Quando cè’ stata l’operazione dei finiani in un momento di crisi globale quando era importane continuare con un governo solido e con quasi tre anni di lavoro c’era per l’Udc un’occasione di avanzarsi. Lo facciano nell’interesse del Paese appoggiando una maggioranza ed un governo dall’esterno”. Ma la proposta non sembra riscuotere molto successo presso il partito di Pierferdinando Casini, tanto che giunge immediatamente la replica del segretario nazionale Lorenzo Cesa.  “Ringraziamo Berlusconi per i consigli che ci ha dato -risponde Cesa-  ma sono troppo interessati per risultare credibili. Pensi lui all’interesse del Paese e non perda un’occasione storica: si dimetta e apra una fase politica nuova”.

Tatiana Della Carità