Arrestate sei persone con l’accusa di terrorismo. Rinvenuto deposito armi in Grecia

TERRORISMO GRECIA ARMI – “Un colpo duro contro il terrorismo»: così Christos Papoutsis, Ministro per la Protezione del Cittadino, ha definito la recente operazione della polizia greca che ha portato alla scoperta di quattro depositi di armi e all’ arresto di sei persone, accusate di partecipazione a organizzazioni terroristiche. I terroristi arrestati, secondo la polizia, erano pronti a colpire, probabilmente in occasione del secondo anniversario della morte di Alexis Grigoropoulos, il giovane ucciso due anni fa da un poliziotto. Intanto rimane senza risposta l’ interrogativo riguardo l’ organizzazione di cui fanno parte gli arrestati e il materiale scoperto dalla polizia nei quattro depositi, tra la città di Atene, di Pireo e di Agrinio, visto che si tratta di armi «pulite». Infatti dagli esami balistici effettuati finora, non risulta nessuna identificazione con operazioni terroristiche. Funzionari della polizia parlano, senza dare ulteriori spiegazioni, delle due organizzazioni note, quella di «Nuclei di Fuoco» e della «Setta dei Rivoluzionari».

Ansa