La prima auto a sei ruote: Covini C6W al Motor Show di Bologna 2010

    PRIMA AUTO A 6 RUOTE – Al Motor Show la Covini C6W è l’unica sportiva da 300 km/h caratterizzata dalla originale soluzione che propone quattro ruote anteriori sterzanti come sulla monoposto Tyrrel F1 del 1976. Prima alla Tyrrell nel 1976 poi alla Covini in tempi più recenti devono essere stati convinti che sei ruote sono meglio di quattro.

    I vantaggi in termini di migliore tenuta di strada in curva ci sono e probabilmente per un utilizzo stradale (la P34 della Tyrrell era una monoposto di F1 che vinse anche il GP di Svezia), l’ingegner Ferruccio Covini è sicuro che questa soluzione porti miglioramenti anche in termini di sicurezza e comfort. In questi giorni c’è gran fermento nel piccolo stabilimento di Cortemmaggiore, nella bassa piacentina, equidistante da Piacenza e Cremona, dove viene costruita artigianalmente la C6W la prima supercar a sei ruote di cui le quattro anteriori sterzanti.

    La sportiva della Covini Engineering è infatti esposta al Motor Show di Bologna nella sezione Racing Professional dedicata al motorsport ed è al centro di un nuovo progetto che a partire dal prossimo anno potrebbe vederla entrare in produzione in piccola serie.

    L’originale supercar può contare, oltre che sull’unicità della quattro ruote anteriori sterzanti, su prestazioni di tutto rispetto.

    Grazie al motore posteriore longitudinale, 8 cilindri a V di 4.200cc, la C6W dispone di una potenza di 440 cavalli con una coppia di 470 Nm e può raggiungere una velocità massima di 300 km/h. Fibra di vetro e di carbonio compongono la carrozzeria dell’auto che sulla bilancia segna 1.150 kg mentre le dimensioni sono di 4,18 metri di lunghezza, 1,99 di larghezza 1,08 di altezza, e con le quattro ruote anteriori 15 pollici e le due posteriori da 20″.

    La sperimentazione e l’innovazione tecnologica sono sempre state le caratteristiche che hanno contraddistinto la Covini Engineering fin dalla sua nascita avvenuta nel 1978 e che ha visto la realizzazione di interessanti prototipi.

    Le stesse peculiarità sono state alla base della progettazione della supercar C6W che a due anni dalla sua comparsa è così pronta per il passaggio dalla fase prototipale alla produzione.

    Repubblica.it