Proteste dei precari del lavoro sui tetti della Regione Lazio: Unione Sindacale di Base critica la posizione della Polverini

PROTESTA PRECARI DEL LAVORO REGIONE LAZIO – Dure le critiche che l’Unione Sindacale di Base (Usb) solleva nei riguradi del presidente della Regione Lazio che alle proteste dei precari del lavoro salito sui tetti della Regione avrebbe risposto con l’invio della polizia per lo sgombero: “La Polverini risponde ancora con la polizia alle proteste di lavoratori e cittadini. Sta utilizzando la celere per sgomberare l’occupazione della Regione Lazio”.
Mentre una rappresentante della Usb, Maria Teresa Pascucci accusa la Polverini di non aver voluto incontrare la delegazione dei manifestanti che lo scorso 25 novembre è scesa anche in piazza con oltre 10.000 lavoratori e cittadini per chiedere alla Regione Lazio più politiche per l’occupazione, il reddito, contro i tagli alla sanità e sevizi: “Risposte concrete alle numerose vertenze ancora insolute e per tutta risposta la Polverini si è rifiutata di incontrare la delegazione e ha fatto sgombrare la stessa delegazione dalla polizia. Alla richiesta di confronto e risposte la Polverini sta rispondendo ancora con le forze dell’ordine – dichiara la Pascucci-, mentre scriviamo sta facendo caricare la delegazione composta da lavoratori, cittadini, donne, anziani, giovani che questa mattina hanno occupato il tetto della Regione”.  Lazio”.