Uomo di 44 anni confessa di aver ucciso il padre con un cacciavite per motivi economici

FIGLIO CONFESSA DI AVERE UCCISO IL PADRE CON CACCIAVITE – Avrebbe confessato tutto ai carabinierei Giuseppe Caputo, l’uomo di 44 anni accusato di avere ucciso questa mattina il padre, Domenico, di 73 anni, con undici colpi di cacciavite e tre colpi di forbici al torace.
Caputo aveva lui stesso chiamato il 112 per chiedere l’intervento dei carabinieri nell’abitazione alla periferia di Andria. Un’azione efferata che pare sia scaturita tra i due dopo un litigio per motivi economici. A quanto si apprende il padre non sopportava più le continue le richieste del figlio disoccupato.