Al Qaeda minaccia il capodanno islamico: in Iraq polizia intorno alle moschee

AL QAEDA MINACCIA CAPODANNO ISLAMICO – La polizia irachena ha aumentato i controlli intorno alle moschee sciite della provincia di Diyala in occasione del capodanno islamico, che cade oggi nel mondo arabo, dopo le minacce lanciate nei giorni scorsi dai terroristi di al-Qaeda.

 Secondo quanto riporta il giornale arabo ‘al-Hayat’, i responsabili della sicurezza irachena sono convinti che i terroristi vogliano colpire le celebrazioni pubbliche della ‘Ashurà che si tengono nei pressi delle moschee in occasione della festività di oggi.

«Abbiamo dispiegato 18mila agenti e soldati per la protezione delle celebrazioni della Ashura solo a Diyala – spiega il portavoce della polizia, Raid Atiya -. Il pericolo è che al-Qaeda possa lanciare dei kamikaze contro i fedeli». Nei giorni scorsi sono stati distribuiti a Baaquba alcuni volantini di minacce rivolte agli sciiti della zona di Diyala, nei quali si promettevano attentati contro le celebrazioni della ‘Ashurà.