Attentato in India: morta una bambina, tra i feriti c’è un italiano

ATTENTATO IN INDIA: 25 FERITI, UNO E’ ITALIANO – Sono venticinque le persone rimaste ferite oggi nell’esplosione avvenuta a Benares, città sacra dell’India: tra loro c’è anche un italiano. Lo scoppio, che ha inoltre provocato la morte di una bambina di soli due anni, è da attribuire ad un attacco terroristico. I Mujaheddin indiani, gruppo estremista islamico, ha infatti rivendicato la paternità dell’azione attraverso una e-mail inoltrata a diversi media:  nel messaggio si legge che l’attacco costituisce una  rappresaglia contro la recente sentenza sulla proprietà del complesso religioso della città di Ayodhya, che secondo i terroristi avrebbe favorito gli indù rispetto ai musulmani.
La Farnesina fa sapere che l’italiano ferito è ricoverato in un ospedale della città indiana e che “le sue condizioni di salute non destano particolare preoccupazione”. Il ministero degli Esteri comunica inoltre che la nostra ambasciata ha attivato tutti i canali per “verificare eventuale coinvolgimento di altri connazionali” nell’accaduto.

Tatiana Della Carità