Lecce: chiude a chiave senegalese nel proprio negozio per costringerlo a lavorare

PER FAR LAVORARE SENEGALESE LO CHIUDEVA A CHIAVE – Costretto ad eseguire lavori di tinteggiatura chiuso a chiave nel negozio: è quanto ha denunciato un giovane senegalese di 28 anni nei confronti del suo datore di lavoro, un leccese di 27 anni proprietario del locale. Durante un controllo il giovane extracomunitario è stato trovato dagli agenti della Questura in evidente stato di panico.

Il senegalese ha riferito ai poliziotti di essere stato assunto da alcuni mesi, con regolare contratto, per lavorare nel negozio, in via Libertini, nel centro storico di Lecce. Il giovane ha però aggiunto che il titolare del locale, per garantirsi che i lavori venissero eseguiti, era solito chiuderlo a chiave nel locale, bloccando sia la porta principale che quella posteriore, e che era costretto ad attendere il ritorno del proprietario per poter uscire. L’extracomunitario ha così fatto denuncia per violenza privata.

Fonte: Ansa