Carletto Mazzone consiglia Guardiola a Moratti

MAZZONE DA CONSIGLI ALL’INTER – “La Roma prende troppi gol, così non va”. E’ la sentenza di Carlo Mazzone, decano degli allenatori e tifoso giallorosso a Tuttomercatoweb. “Poi – prosegue Mazzone – vedo che ci sono sempre tensioni, commenti forti. Insomma, qualcosa non va. Speriamo che si risolva tutto e che la Roma possa esprimere le sue notevoli potenzialità tecniche. E’ un momento particolare. Nel calcio bisogna essere bravi e fortunati e per ora la Roma non è nell’una e nell’altra. Giallorossi meglio senza Totti? No, non sono d’accordo. Totti è un giocatore di grande valore tecnico, non dobbiamo certo chiedergli la prestazione, ma solo delle giocate che sono sempre di alto contenuto tecnico. Forse a Francesco sta mancando il gol, ne ha fatto pochissimi, ma di certo non è lui il problema della Roma. La delusione del campionato? A parte l’Inter dalla quale ci si aspettava grandi cose, è un campionato equilibrato. Mentre il Milan è la sorpresa del campionato, nessuno pensava che pronti-via potesse far così bene. Tra le sorprese c’è anche la Lazio, lo dico in maniera del tutto sportiva (sorride,ndr). Non dimentichiamo che i biancocelesti hanno vinto uno scudetto grazie a me”.

Chiosa finale da parte di Mazzone dedicata Pep Guardiola, allenatore del Barcellona che pochi giorni fa ha dato una lezione di calcio al Real Madrid di José Mourinho: “Calcisticamente parlando è stata la miglior espressione di gioco degli ultimi vent’anni. Ultimamente però anche noi stiamo andando verso il possesso palla. Io ai miei giocatori dicevo ‘palla a terra, palla a noi, si gioca noi’. Mourinho e Guardiola? Persone diverse, Pep è una persona rispettosa, umile, vince sempre in silenzio. Il tecnico del Real ha un carattere più duro, però ha fatto qualcosa di incredibile che Guardiola a cui lo auguro, non ha fatto, ovvero ha vinto tutto in una stagione. Guardiola pronto per l’Inter? Sicuramente si. Potrebbe insegnare calcio anche in Italia, gli auguro di allenare da noi e me lo auguro perché ho apprezzato tantissimo l’uomo e il calcio. Lo vedrei bene sulla panchina dell’Inter, per quello che ha dimostrato e non solo in termini di risultati ma anche per come gioca, ha dimostrato di essere pronto per qualsiasi campionato. In nerazzurro farebbe bene, anche perché è già stato in Italia e conosce le nostre abitudini”.

Fonte: tmw.com