Pedofilia su internet: adesca 13enne bresciana in chat, arrestato per violenza sessuale su minorenne

PEDOFILIA SU INTERNET – L’ha adescata su internet, si è fatto inviare foto hard, l’ha convinta a incontrarlo e a nascondere quell’amore ‘clandestino. Così un 37enne residente a Novara è riuscito a circuire una 13enne bresciana. Per lui, nei giorni scorsi, sono scattate le manette con l’accusa di violenza sessuale ai danni di una minorenne.

Sono stati i genitori della ragazzina a segnalare alla Guardia di Finanza di Pisogne le loro paure: la figlia parlava di un ragazzo più grande conosciuto in chat. La madre si è improvvisata detective e ha fornito ai militari elementi utili per dare un volto all’amico ‘virtuale’. Una trentina i messaggi recuperati in chat, con il contributo degli esperti della Postale, in cui è emerso che entrambi conoscevano l’esatta età dell’altro.

 Un particolare che non ha frenato il 37enne, il quale ha iniziato a farsi mandare via mail foto provocanti dell’adolescente. Immagini con la ragazza che indossa solo della biancheria intima, che l’uomo, prossimo alle nozze, ha più volte commentato. Non solo. Il 37enne, laureato e dipendente di una società di montaggio audio-video, è riuscito a incontrare la 13enne in una zona isolata, non lontano dalla casa della minore. In quel caso è riuscito a molestare l’adolescente, senza riuscire ad avere un rapporto sessuale completo.

Per l’insospettabile pedofilo, su richiesta del sostituto procuratore Leonardo Lesti è scattata la richiesta di custodia cautelare emessa dal gip di Brescia, Enrico Ceratone. Per il 37enne si sono aperte le porte del carcere.