Cubana uccisa per movente passionale a Bagni di Lucca: si cerca ancora l’assassino

CUBANA UCCISA BAGNI DI LUCCA – Si cerca ancora di trovare Leonard Grisfha, muratore albanese indagato per l’omocidio di Cala Perez Kaliannys, 27 anni, la cubana uccisa a colpi di pistola martedì mattina a Bagni di Lucca. Il movente dell’omicidio sarebbe passionale; probabilmente la donna aveva deciso di troncare i rapporti con il 24enne, che frequentava da alcuni mesi. Secondo i testimoni, Grisfha ha crivellato la 27enne con 7 colpi di pistola. Le forze dell’ordine stanno cercando il giovane muratore nei boschi immediatamente circostanti la cittadina termale, ma secondo gli inquirenti non è escluso che Grisfha, che potrebbe essere ancora armato, sia riuscito ad allontanarsi dalla zona, nelle ore successive al delitto. Il giovane dovrebbe avere con sè una pistola calibro 7.65. La Kaliannys, separata da un italiano 53enne, lascia un figlio di 12 anni. Aperta raccolta fondi da parte della Croce Rossa di Bagni di Lucca per permettere il rientro della salma  a Cuba della giovane uccisa e per apportare aiuti ai suoi familiari.

Luca Bagaglini