Dieci cassonetti dati alle fiamme a Lamezia Terme

CASSONETTI INCENDIATI LAMEZIA TERME – Una decina di cassonetti sono stati incendiati la notte scorsa a Lamezia Terme, dove la raccolta dei rifiuti è temporaneamente sospesa per il sequestro della discarica di Pianopoli su ordine della Procura che ha provocato una serie di ripercussioni negative su tutto il sistema di raccolta e smaltimento in varie province della Calabria. I cassonetti, in città, sono ormai stracolmi e ai lati si cominciano a vedere cumuli di spazzatura. Ieri la stessa cosa è successa a Vibo Valentia, dove cumuli di immondizia sono stati dati alle fiamme. La discarica di Pianopoli era stata sequestrata per la presenza di uno scarico non segnalato. La società Daneco Impianti ha provveduto ad effettuare i lavori per la rimozione dello scarico nell’impianto, che è di proprietà della controllata Eco Inerti, ed ha notificato alla Procura di avere ultimato i lavori. Sarà adesso la magistratura a dover valutare la nuova situazione e disporre, eventualmente, la riapertura dell’impianto.