In arrivo l’iPad 2 slim

    IN ARRIVO IPAD 2 SLIM – Questione di mesi, pochi, è la versione 2 dell’iPad vedrà la luce. E avrà non una ma due fotocamere, una posteriore e una anteriore, per le videochiamate. Le indiscrezioni sul web si susseguono così come le fughe di notizie direttamente dai fornitori di Apple in Cina. Questi inizieranno nel primo trimestre un nuovo ciclo produttivo per l’iPad, che arriverà sul mercato entro la metà del prossimo anno, qualcuno dice che los barco sul mercato possa avvenire persino a febbraio. L’ultima notizia in questo senso arriva stamani dall’autorevole agenzia Reuters, che cita proprio diverse fonti legate ai produttori di componenti. Tra le compagnie impegnate nella produzione del nuovo tablet, battezzato iPad 2 dalla stampa, figurano il creatore di chip per schermi ‘touch’ Wintek Corp, il costruttore di batterie Simplo Technology e un produttore di cover. Una delle fonti sostiene che il nuovo modello sarà più sottile, leggero e con un display a più alta risoluzione, mentre un’altra gola profonda dà per certa la presenza delle due fotocamere. La fotocamera posteriore consentirà all’iPad di scattare foto e girare filmati, mentre con la frontale si potranno fare videochiamate gratuite sfruttando il software FaceTime introdotto da Apple quest’anno. Il nuovo iPad dovrebbe arrivare nella prima metà dell’anno sugli scaffali, sempre più affollati di tablet rivali. Rivali che non stanno a guardare, anche se approcciano l’universo tablet in modi assai differenti. 
    Vediamo per esempio Sony e Sharp, che oggi hanno lanciato simultaneamente nuovi dispositivi alla rincorsa del successo dell’iPad di Apple. I due prodotti sono tecnicamente differenti, trattandosi di un tablet multimediale per il ‘Galapagos’ di Sharp, simile per funzioni e caratteristiche a quello di Apple, e del nuovo ‘Reader’ di Sony, che si pone in linea con il Kindle di Amazon, in bianco e nero.
    L’offerta di Sharp si articola su due modelli, con schermo Lcd tattile a colori da 5,5 e 10,8 pollici, venduti rispettivamente a 39.800 e 54.800 yen (360 e 495 euro). Il software si basa su una versione modificata del sistema operativo open source Android, sviluppato da Google, che permetterà al tablet di ampliare in futuro il catalogo di applicazioni e giochi disponibili. Per Sony, invece, il lancio del ‘Reader’ rappresenta un ritorno sul mercato nipponico: il gigante dell’elettronica di consumo aveva ritirato la propria offerta nel 2007, dopo tre anni passati senza i risultati sperati, puntando invece con successo sui mercati internazionali. Anche il ‘Reader’ viene commercializzato in due varianti, con schermo da 5 e 6 pollici, al prezzo rispettivamente di 19.800 e 24.800 yen (180 e 225 euro). Il prodotto Sony ha lo schermo in bianco e nero con tecnologia ‘e-paper’, che rende più agevole la lettura prolungata dei testi sul pannello elettronico.

    Fonte: La Repubblica