Crisi Governo: Gasparri invita Fini a pensare ai problemi del paese

GASPARRI INVITA FINI A NON FARE TATTICISMI – «Bisogna guardare agli interessi del paese. Se alcuni esponenti di Fli hanno lanciato un appello responsabile, al quale Berlusconi ha risposto in maniera costruttiva, tutti dovrebbero farsi un esame di coscienza e anteporre agli umori e alle pulsioni personali gli interessi del paese: l’Italia innanzitutto». Così Maurizio Gasparri, capogruppo Pdl al Senato, a margine della manifestazione ‘tutti con Berlusconi per l’Italià, in corso al Palazzo dei congressi dell’Eur, a Roma, commenta la lettera appello proposta da Silvano Moffa e Andrea Augello. «Questo è quello che dice il Pdl -rimarca Gasparri- e lo dice soprattutto agli eletti: coerenza e rispetto del mandato elettorale. Su questi principi occorre riflettere, anche e Fini e altri facciano una riflessione pensando alla gente, non sulla base di tatticismi. Ho sentito dire -sostiene il presidente dei senatori Pdl- cose riprese dall’album dei ricordi del peggiore tatticismo politico». «Più sicurezza, difesa della famiglia e conti pubblici sotto controllo: è il bilancio -rimarca Gasparri- con cui Berlusconi nelle prossime ore andrà in Parlamento sicuro di ottenere la fiducia per continuare a governare l’Italia. Il Parlamento -conclude Gasparri- dirà sì. Le persone elette con noi siano nella maggioranza, sostengano il governo Berlusconi e impediscano a una sinistra rancorosa di ottenere una opportunità che gli elettori non gli hanno dato»