In Tibet trasferite oltre 4 mila persone per costruzione diga: risarcimento di 1000 euro a famiglia

DIGA IN TIBET – Oltre 4 mila tibetani sono stati spostati dalle autorità cinesi dalle loro abitazioni nell’area di Phodo, nella contea di Lhundrub, appena sopra Lhasa, per fare posto ad una diga, dietro il pagamento di un compenso. Lo riferisce il sito tibetano Phauyl. Secondo il sito, i militari cinesi hanno già costruito le case che ospiteranno i loro commilitoni che lavoreranno alla diga, che servirà una centrale idroelettrica, mandando via i residenti locali tibetani.

 Secondo le notizie pubblicate sul sito tibetano, il progetto dovrebbe interessare i fiumi Radreng, Lhaching e Pachoe, che scorrono nei pressi di Phodo che, insieme ad altri sei villaggi, è interessato dai lavori. Diversi residenti sono stati già spostati, ad altri è stato impedito di coltivare e curare i campi per evitare che non lascino le case. Sono centinaia le famiglie che non vogliono muoversi per non perdere tutto, nonostante la ricompensa di 1.000 euro a famiglia per risarcimento.