No Tav, Allasia (Ln): “Grillo usa parole da terrorista”

Beppe Grillo

LEGA NORD VAL DI SUSA – Stefano Allasia, segretario del partito del carroccio di Torino ha puntato l’indice contro Beppe Grillo ed esponenti della sinistra, che secondo la Lega Nord, avrebbero aizzato e incitato i contestatori della Tav in Val Di Susa. Ecco quanto dichiarato da Allasia: “Solidarietà a tutta la Valle e soprattutto all’operaio e agli agenti delle forze dell’ordine feriti. Tutti devono prendere le distanze dai facinorosi che oggi hanno di nuovo trasformato le proteste No Tav in Val di Susa in una serie di violenze inaudite. È chiaro che non ci sarà più spazio per la mediazione fino a quando sindaci e presidente della comunità montana non si dissoceranno fermamente dal movimento No Tav, che anche oggi si è rivelato in tutta la sua aggressività. I danni e i costi legati a queste giornate di guerriglia – conclude Allasia – dovrebbero essere risarciti dai vari Grillo, Perino e Rizzo, che, grazie al loro inneggiare alla lotta e alla guerra civile, sono i veri mandanti di queste violenze. Grillo usa parole più da terrorista che da comico e come tale deve essere considerato.

redazione online