Guerra Libia: tensione alta a Gualich. Vicina la controffensiva promessa dai ribelli

Scontro ribelli forze pro Gheddafi

GUERRA LIBIA – Continuano le lotte estenuanti in Libia. Secondo quanto riportato dagli inviati della France Presse gi insorti hanno iniziato questa mattina un’offensiva per fronteggiare i seguaci del leader Muammar Gheddafi. La zona di fuoco, è stato stimato, è Gualich, cittadina a pochi chilometri dalla capitale Tripoli. Colpi di artiglieria sono stati sentiti da diversi testimoni e questo sembra essere ancora, purtroppo, l’inizio di scontri ancora più pesanti già annunciati domenica scorsa dall’opposizione libica.

Ahmed Omar Bani, portavoce militare dei ribelli domenica aveva infatti annunciato una nuova offensiva nel giro di 48 ore e aveva detto: “I ribelli libici si preparano a lanciare un’offensiva entro le prossime 48 ore verso Tripoli, per poter essere a tiro di cannone dalla roccaforte di Muammar Gheddafi. Nei prossimi giorni, nuovi sviluppi avranno luogo su quella linea del fronte.” I ribelli hanno guadagnato terreno nelle ultime settimane su tutti i fronti: sono arrivati fino al villaggio di Bir Al-Ghanam, in una posizione molto strategica a soli 50 km dalla capitale del regime, da dove però sono stati costretti nei giorni scorsi a ritirarsi 30 km più a sud, vicino ai monti Djebel Nefussa, dai razzi Grad sparati dai fedeli del leader Gheddafi.

Redazione online