Arrestato a Roma Enrico Nicoletti, il cassiere della banda della Magliana

ARRESTATO EX BOSS DELLA BANDA DELLA MAGLIANA Enrico Nicoletti è uno dei personaggi meno conosciuti della banda della Magliana, attiva a Roma tra gli anni Settanta e gli anni Ottanta, ma allo stesso tempo ha ricoperto un ruolo chiave nel gruppo. Nicoletti (Il Secco per chi ha letto Romanzo criminale di De Cataldo oppure visto l’omonimo film di Michele Placido) è il presunto cassiere, quello che gestisce i soldi sporchi della banda: li fa girare, li investe e li ricicla, riuscendo a moltiplicarli.
Ora per Nicoletti sono arrivati nuovi guai giudiziari, neanche a dirlo sempre per questioni di soldi. L’uomo, 74 anni, è stato infatti arrestato con l’accusa di associazione per delinquere finalizzata al riciclaggio, truffa, falso, usura, ricettazione e commissione di millantato credito. Gli investigatori ritengono che Nicoletti guidasse un’associazione che truffava le persone con vendite fantasma di immobili: i soldi derivanti da questa attività venivano poi reinvestiti in esercizi commerciali e acquisto di fabbricati.
Insieme a Nicoletti le forze dell’ordine hanno arrestato anche il suo principale collaboratore, il 68enne Alessio Monselles, che nel quadro dell’associazione svolgeva le funzioni più diverse.

I due fermi costituiscono l’ultimo atto dell’operazione ‘Il gioco è fatto’ della Squadra mobile di Roma: già ad ottobre del 2010 erano stati effettuati alcuni arresti e qualche giorno fa è stato disposto il sequestro di beni per due milioni e mezzo di euro.

Redazione online