Gay Usa: corte d’appello chiede sospensione immediata della “don’t ask dont’ tell”

GAY USA – La corte d’appello di San Francisco ha chiesto la sospensione immediata della legge “don’t ask don’t tell” (non chiedere non dire) che vieta agli omosessuali di presentare domanda di arruolamento nelle forze americane statunitensi. Proprio alcuni giorni fa si era schierato a favore dell’abolizione anche il presidente Barack Obama che sembra aver preso a cuore i diritti dei gay e sul cui voto conta in vista delle prossime presidenziali… La battaglia legale per cancellare la norma anti-omosessuali nell’esercito va avanti da anni e, a favore della cancellazione, si era schierato anche Robert Gates, l’ex ministro della Difesa Usa che la definì “ipocrita” e “anticostituzionale”, ma la Casa Bianca preferirebbe che la legge venisse abrogata definitivamente tramite voto del Congresso, in modo da giungere all’eliminazione per via legislativa anzichè giudiziaria.

Ma negli Usa sembra spirare un vento innovativo sul mondo dei gay e altri piccoli passi vengono mossi in favore dei loro diritti. In California, ad esempio, la storia della comunità omosessuale americana potrebbe entrare nei manuali scolastici. Affinchè venga rilasciato via libera all’iniziativa editoriale-culturale manca solo la firma del 73enne governatore democratico Jerry Brown: se entro il 17 luglio non si opporrà alla legge, anche i gay potranno entrare nella storia “ufficiale”.

L.C.