Terremoto nel governo, Tremonti insulta Brunetta: “E’ un cretino”

Giulio Tremonti e Renato Brunetta

TREMONTI INSULTA BRUNETTA – Questi sono giorni movimentati per il ministro del Tesoro Giulio Tremonti, impegnato a difendere la sua manovra economica dagli attacchi e dalle critiche. A questo si aggiungono i botta e risposta a distanza con il premier Silvio Berlusconi in merito alla cosiddetta norma ‘salva-Fininvest’. Ora a surriscaldare il clima, già piuttosto teso, all’interno del governo contribuisce anche la gaffe dello stesso Tremonti, immortalata da un filmato diffusa da Repubblica Tv: “E’ un cretino – dice il ministro dell’Economia riferendosi al responsabile della Pubblica amministrazione – Ma è scemo?”.

Teatro della vicenda è la conferenza stampa in cui la manovra è stata illustrata alla stampa: Brunetta interviene dopo Tremonti e quest’ultimo, non accorgendosi del microfono rimasto aperto, commenta le parole del collega. “Questo è il tipo intervento suicida – dice – è proprio un cretino. E’ scemo”.
Ora Tremonti cerca di rimediare alla figuraccia presentando le sue scuse: a rivelarlo è Brunetta, in un comunicato stampa. “E’ venuto Giulio – si legge nel documento – e mi ha abbracciato, chiedendomi scusa. Io, però, non ho ancora capito cosa sia successo. Ma si sa, non sono veloce di comprendonio. I fuori onda non li considero, li considero alla stregua di intercettazioni illegali. L’importante è il prodotto finito. Forse non si riferiva neanche a me”.

D’altra parte i rapporti tra i due ministri non sono mai stati idilliaci. Ne è un esempio il commento di Tremonti alla sezione della riforma presentata da Brunetta a novembre del 2009, “Non si fa la semplificazione con una nuova regolamentazione”, aveva detto il titolare del Tesoro.

Redazione online