Disastro aereo in Congo, almeno 53 le vittime

Un aereo della Hewa Bora

DISASTRO AEREO IN CONGO – E’ drammatico il bilancio del disastro aereo avvenuto oggi nella Repubblica Democratica del Congo. Un velivolo stava atterrando all’aeroporto di Kisangani, a Kinshasa, quando è precipitato a causa del maltempo. A bordo c’erano 112 persone tra passeggeri e membri dell’equipaggio.

A comunicare la notizia è stato un dirigente della Hewa Bora, la compagnia aerea a cui apparteneva l’aereo (un Boeing 727) che tra l’altro è inclusa nell’elenco stilato dall’Unione europea in cui sono enumerate le compagnie bandite in ordine a motivazioni di sicurezza. La compagnia infatti presenta una tra le peggiori medie mondiali in termini di sicurezza aerea: ad aprile del 2008 un DC-9 della Hewa Bora non è riuscito ad effettuare il decollo, andando a schiantarsi contro un mercato a Goma: i morti furono quaranta. Pochi mesi più tardi un’altra tragedia: un aereo con a bordo diciassette persone precipitò per le cattive condizioni metereologiche e non ci furono superstiti.

“Gli ultimi numeri che ho parlano di 53 morti”, ha spiegato il numero uno della linea congolese Stavros Papaioannou riferendosi a quanto accaduto oggi. Papaioannou ha comunque aggiunto che il bilancio non può essere ancora considerato definitivo e che pertanto potrebbe aggravarsi nelle prossime ore.

T.D.C.