Finlandia: quote rosa nelle aziende quotate in borsa

Jutta Urpilainen, leader del partito socialdemocratico

QUOTE ROSA IN FINLANDIA – Anche in Finlandia le quote rosa tengono banco, segno che pure nell’avanzatissimo Nord Europa si pensa che la strada verso la parità di genere è ancora lunga. Jutta Urpilainen, neo primo ministro delle finanze del governo Katainen, ha detto al quotidiano economico finlandese Kauppalehti di essere pronta a parlare con i vertici delle aziende quotate in borsa, per chiedere di introdurre quote rosa nei consigli di amministrazione. In questo modo, secondo il ministro, si potrebbe intervenire sullo squilibrio che c’è tra maschi e femmine nei posti che contano.

Come ricorda l’Helsinki Times, Jutta Urpilainen, leader del partito socialdemocratico, è la prima donna nella storia della Finlandia a sedere a capo del dicastero delle Finanze. In un certo senso, dunque, il tema delle quote rosa e della presenza delle donne nei posti di comando non è solo un fatto di principio ma qualcosa che ha vissuto in prima persona.

La Urpilainen ha detto che parlerà con i leader delle aziende per discutere dell’introduzione delle quote rosa. Le sue parole vengono da un paese, la Finlandia, che il Social Watch (network che conta organizzazioni in oltre 60 nazioni) piazzava a febbraio al secondo posto nella classifica sulla parità di genere. Meglio fa solo la Svezia. L’Italia, per restare a casa nostra, è settantaduesima.

Antonio Scafati