Siria: nuove manifestazioni contro Assad, in 450.000 ad Hama (video)

Manifestazioni in Siria
MANIFESTAZIONI IN SIRIA – Siriani sempre più furiosi contro Assad. Oggi, dopo la preghiera di mezzogiorno, decine di migliaia di manifestanti si sono riversati sulle strade di molte città della Siria per chiedere ancora una volta la fine del regime baathista del presidente Bashar Al Assad.

Sono la manifestazioni del “no al dialogo”, con cui i siriani rifiutano il dialogo con Assad e chiedono che lasci la guida del Paese.

I manifestanti che si sono radunati in piazza al-Assi ad Hama sono passati nel giro di pochissimo tempo da 150.000 a 450.000. Le notizie sulla protesta vengono dagli attivisti dell’Osservatorio siriano per i diritti umani e dalla Lega siriana per i diritti dell’Uomo gli attivisti. Hama è la città del Nord della Siria che nei giorni scorsi era stata teatro di accese proteste e oggetto di una feroce repressione da parte dell’esercito del regime.

Sulla pagina facebook di Shaam News Network segnalano spari di arma da fuoco e lancio di gas lacrimogeni contro i manifestanti nella zona di Alqaboon a Damasco.

Secondo alcune testimonianze riportate da Adnkronos International gli uomini dell’esercito di Assad avrebbero circondato diverse moschee nel Paese per impedire alla gente di manifestare.

Nella zona di Kahmishli, a maggioranza curda, secondo alcuni testimoni circa diecimila persone stanno manifestando per chiedere la fine del regime e delle violenza a Hama.

Le manifestazioni di piazza in Siria di venerdì 8 luglio 2011

Redazione