Strage negli Usa: ex detenuto con disturbi psichici uccide 7 persone, poi si suicida

STRAGE NEGLI USA – La follia imperversa nel Michigan, negli Stati Uniti, dove un uomo di 34 anni, Rodrick Shonte Dantzler ha ucciso 7 persone con una duplice strage. L’uomo era da poco uscito dal carcere e mostrava gravi segni di squilibrio: prima ha ucciso due donne e una bambina di 10 anni in un appartamento di Grand Rapids, poi scappa a bordo di una vecchia auto e apre il fuoco contro gli occupanti di un’altra vettura e uccide altre quattro persone, un uomo e tre donne. La polizia lo rintraccia, ma Dantzler si barrica in una casa con due ostaggi e alla fine decide di suicidarsi, mentre la polizia era in collegamento telefonico con lui per convincerlo ad arrendersi.

Secondo alcune fonti l’uomo di colore soffriva di disturbi psichici in cui alternava depressione ed esaltazione e, probabilmente, era privo dei suoi medicinali.

Redazione