Usa: oggi il lancio dell’ultimo Shuttle. Ma è incognita maltempo

Shuttle Atlantis sulla rampa di lancio del Kennedy Space Center (foto: NASA/Troy Cryder)

LANCIO ULTIMO SHUTTLE – E’ tutto pronto per il lancio dell’ultimo Shuttle, l’Atlantis, oggi dalla base Nasa di Cape Canaveral, Florida. Nubi minacciose si addensano però sopra la navetta spaziale, mettendone a rischio la partenza, che potrebbe essere rinviata.

Le procedure proseguono regolarmente, i serbatoi sono stati appena riempiti con il carburante, idrogeno e ossigeno liquidi, e la struttura rotante che protegge la navetta è stata aperta ieri pomeriggio, mostrando l’Atlantis in tutta la sua bellezza.

Il cielo attorno però è grigio e le notizie pubblicate in tempo reale sul sito web della Nasa danno un 30% di condizioni meteo favorevoli al lancio. Decisamente poco perché lo shuttle decolli puntuale, secondo l’orario programmato, le 11:26 antimeridiane locali, quindi le 17:26 in Italia. Anche se dalla Nasa fanno sapere che non sono in corso operazioni per il rinvio del lancio.

Staremo a vedere cosa accadrà nelle prossime ore. Nel frattempo gli astronauti hanno condotto tutte le operazioni di routine e sono pronti al lancio. Dell’equipaggio fanno parte il Comandante Chris Ferguson, il pilota Doug Hurley e gli Specialisti di Missione Sandra Magnus e Rex Walheim. Tre uomini e una donna, già ribattezzati “gli ultimi quattro”.

Gli astronauti partiranno con la missione STS-135 per un volo di 12 giorni nello spazio, diretti verso la Stazione Spaziale Internazionale, dove porteranno il modulo (multi-purpose logistics module -MPLM) Raffaello realizzato con la collaborazione dell’Agenzia Spaziale Italiana, contente attrezzature, componenti e rifornimenti per la stazione. Lo Shuttle Atalntis porterà in orbita anche la Robotic Refueling Mission (RRM), un esperimento per testare i sistemi e le tecnologie necessari al rifornimento automatizzato dei satelliti nello spazio.

L’Atlantis è la quarta navetta della flotta Shuttle, realizzò il primo volo nello spazio il 3 ottobre del 1985, con la missione STS-51-J, e vanta diversi record: nel giugno del 1995, con la missione STS-71, l’Atlantis fu il primo shuttle ad attraccare sulla Stazione spaziale russa Mir; a ottobre 2002, con la missione STS-112, l’Atlantis fu il primo shuttle a partire con una telecamera installata sul serbatoio esterno per riprendere il lancio a distanza ravvicinata; mentre nel maggio del 2009, con la STS-125, compì l’ultima missione di manutenzione sul Telescopio Hubble.

Lo Shuttle Atlantis prende il nome dalla prima nave utilizzata per la ricerca oceanografica dal Woods Hole Oceanographic Institute del Massachusetts, dal 1930 al 1966.

“This is the final flight for shuttle Atlantis and the Space Shuttle Program”, “Questo è l’ultimo volo per lo shuttle Atlantis e il Programma spaziale Shuttle”, è scritto sul sito web della Nasa.

Per godersi lo spettacolo dell’ultimo lancio dello Shuttle, salvo imprevisti dell’ultima ora, si potrà vedere la diretta (venerdì 8 luglio 17:26, ora italiana) sul sito web della Nasa: qui.

Valeria Bellagamba