Fabio Cannavaro si ritira dal calcio, Lippi: “Carriera straordinaria”

Fabio Cannavaro

FABIO CANNAVARO RITIRO – Non sembra affatto casuale: Fabio Cannavaro si ritira proprio nel giorno dell’anniversario della vittoria ai mondiali 2006. Il 37enne ex pallone d’oro, l’unico stopper ad averlo vinto, dopo una lunga e grande carriera partita nelle giovanili del Napoli, dopo tante vittorie con la maglia della Juventus e del Real Madrid, e soprattutto dopo il grande mondiale vinto in Germania nel 2006, lo scugnizzo azzurro ha deciso di dare l’addio al calcio giocato. Marcello Lippi lo conosce bene, con lui ha vissuto le vittorie più importanti della sua magica carriera. Ai microfoni di Sky Sport 24 a parlato dell’addio di uno dei suoi pupilli: “Fabio Cannavaro è una grande persona prima ancora che un grande giocatore. Ha fatto una carriera straordinaria coronata dal successo ai Mondiali”. Uno dei motivi di quest’addio sono i continui fastidi al ginocchio: “Fabio lo sento molto spesso, ci siamo sentiti anche ultimamente. È molto soddisfatto di questa esperienza a Dubai anche da un punto di vista tecnico, ma ultimamente ha avuto un risveglio di alcuni problemi fisici come quelli al ginocchio. Può darsi che per questo abbia deciso di chiudere, ora dobbiamo stringerci intorno a lui”. Si ritira dunque una stella del calcio italiano. Di lui, com calciatore ricorderemo il grande mondiale vinto nel 2006 in casa dei tedeschi. Un mondiale vinto da capitano, con grande autorità e con prestazioni straordinarie. Fabio Cannavaro resterà in Arabia e intraprenderà la carriera da dirigente.

MICHELE D’AGOSTINO