Vicenza: evasione fiscale da 54 milioni di euro, denunciati due imprenditori orafi

VICENZA, EVASIONE FISCALE – Un mandato di custodia cautelare è stato emesso ai danni di due imprenditori orafi del Vicentino, accusati di frode fiscale, appropriazione indebita, corruzione di pubblici ufficiali e bancarotta fraudolenta aggravata. Dalle indagini è risultato che i due imprenditori hanno acquistato e venduto in nero oro e preziosi per un peso di oltre 14 tonnellate, pari ad un valore superiore ai 135 milioni di euro ed un’evasione di 54 milioni di euro. Negli atti di compravendita in nero risultano coinvolte centinaia di ditte orafe sparse su tutto il territorio nazionale. E’ stato inoltre accertata la simulazione di un furto di 30 kg di oro attraverso una falsa denuncia, messa in scena per liquidare un altro socio occulto.

Per giustificare il vuoto di grandi quantitativi di oro, inoltre, sono state fatturate false esportazioni verso inesistenti clienti di Hong Kong, pari ad un valore complessivo di 7 milioni di euro.

Redazione