Crisi in Europa, Anders Borg: “Alcuni paesi non hanno rispettato le regole”

ANDERS BORG

CRISI BORG – Il Ministro del Tesoro Svedese Anders Borg è intervenuto in Francia ai “rencontres economiques” di Aix en Provence ed ha parlato del comportamento degli stati europei, che secondo lui non hanno rispettato le regole finanziarie per una stabilità economica in Europa. Ecco le prole del uo intervento: “Negli anni precedenti alla crisi, in Europa alcuni Paesi non hanno fatto i compiti, hanno combinato spesa elevata e mancanza di rigore fiscale, e per questo si sono trovati in una posizione che non permetteva loro di essere credibili nel lungo termine. L’Europa -prosegue Borg- affronta una crisi seria, e ci sono lezioni importanti da apprendere. Inoltre, i Paesi più colpiti, avevano perso il controllo sulle loro banche, e su alcuni settori dell’economia, come quello immobiliare. L’Europa si trova in un punto problematico, ma io rimango ottimista”. Non si capisce a quale paesi si riferisce. Di certo, Borg, ha bacchettato le nazioni che hanno guardato con estrema leggerezza al futuro, portando così lìEuropa in una crisi in cui per ora non si vede via d’uscita.

REDAZIONE ON LINE