Papa Benedetto XVI: pirati del mare trattino gli ostaggi con umanità

Papa Benedetto XVI
APPELLO PAPA A PIRATI SOMALI – Oggi, Papa Benedetto XVI durante l’Angelus, dalla residenza estiva di Castel Gandolfo, ha ricordato i marittimi sequestrati per atti di pirateria e ha rivolto un appello ai pirati (in prevalenza somali) perché li trattino con “rispetto e umanità” i loro ostaggi.

Il Papa ha poi invitato i familiari dei rapiti ad essere forti nella fede e non a non perdere la speranza di riunirsi ai loro cari.

Al termine dell’Angelus il Papa ha incontrato una delegazione internazionale di familiari delle vittime dei pirati.

Nel 2010 il fenomeno della pirateria marittima ha raggiunto il massimo storico, con 445 attacchi, 53 navi sono state sequestrate e 1.181 marittimi catturati. Dall’inizio del 2011 ad oggi sono stati denunciati 214 nuovi episodi, mentre 26 navi e 522 marittimi ancora ostaggio dei pirati, stando ai dati del IMB Piracy Reporting Centre. Tra i marittimi sequestrati ci sono anche 11 italiani, rapiti in due diversi attacchi: uno nell’Oceano Indiano, tra India e Somalia, a febbraio e uno al largo dell’Oman lo scorso aprile.

Nel 2010 con 445 attacchi, 53 navi sequestrate e 1.181 marittimi catturati, la pirateria ha raggiunto il suo massimo storico. A tutt’oggi questo fenomeno non accenna a diminuire, considerando che finora sono stati denunciati 214 nuovi episodi, con 26 navi e 522 marittimi ancora ostaggio dei pirati (IMB Piracy Reporting Centre). Tra gli ostaggi ci sono anche 11 italiani, catturati negli attacchi alle navi “Savina Caylyn”, a febbraio tra India e Somalia e alla “Rosalia D’Amato” ad aprile al largo dell’Oman, nel Mar Arabico.

Redazione