Vacanze estive: per l’Adoc l’80% degli italiani rimarrà a casa

VACANZE ESTIVE ITALIANI – Secondo un’indagine dell’associazione dei consumatori Adoc, solo un italiano su cinque, il 20%, andrà in vacanza questa estate. Dunque l’80% degli italiani rimarrà a casa, rinunciando alle tanto desiderate vacanze estive. Si tratta di una scelta obbligata, dovuta, sempre secondo l’Adoc, ai rincari per le spese di trasporto e alloggio. Basti pensare ai recenti aumenti della benzina.

In media, ha calcolato l’Adoc, le famiglie italiane spenderanno per il trasporto e l’alloggio circa 200 euro in più rispetto all’anno scorso.

Tra quel 20% di italiani che andrà in vacanza, la maggior parte sceglierà soprattutto “viaggi brevi ed economici”, afferma il Presidente dell’Adoc, Carlo Pileri, aggiungendo che “sei italiani su dieci soggiorneranno al massimo per una settimana, mentre solo l’1% potrà permettersi quasi un mese di relax”.

Tra gli aumenti segnalati dall’Adoc ci sono quello del biglietto per il traghetto, aumentato quest’anno del 70%, circa 230 euro in più rispetto al 2010, quello del biglietto aereo andata e ritorno, aumentato del 25%, con 112 euro in più del 2010; mentre il biglietto del treno è aumentato del il 7%. Costerà di più anche utilizzare l’auto, con una spesa di oltre 20 euro per due pieni.

Aumentato anche il costo dei pacchetti vacanza, a +1,6%, così come quello per il soggiorno in un albergo a mezza pensione per una settimana che è a più 0,8% rispetto allo scorso anno.

L’Adoc ha calcolato che la spesa per viaggio e alloggio di una persona singola è di circa 700 euro.

Redazione